Libri
Leave a comment

I Libri che Vorrei “The Help” di Kathryn Stockett

Jackson, Mississippi, 1962. Più o meno il posto peggiore d’America nel momento peggiore possibile, per un uomo (o peggio ancora una donna) di colore. Attraverso tre diverse voci femminili scopriamo con una nuova prospettiva la vita, i disagi e le ingiustizie a cui sono state costrette a far fronte le donne nere al servizio di donne bianche.

Nel libro si parla di un libro: il frutto del lavoro congiunto delle tre protagoniste, un progetto audace e così potenzialmente pericoloso da non poterne nemmeno parlare ad alta voce. Le tre donne rischiano infatti tutto quello che hanno pur di far sentire la propria voce, anche se ancora sotto anonimato: la carriera, gli amici, la sicurezza propria e della famiglia.

The Help è un romanzo che cerca di analizzare ogni cosa da nuovi punti di vista e non soltanto attraverso quell’unica forma mentis imposta dalla società. Non è un caso che sia il libro scritto dalle protagoniste che il romanzo di cui fanno parte siano storie raccontate a più voci; lo scopo non è imporre una nuova visione degli eventi, ma piuttosto svelarne la natura per intero e aprire gli occhi di coloro che per volontà, o per inerzia, erano rimasti ciechi ed indifferenti ad una realtà disumana ed inaccettabile. Allo stesso modo i personaggi del romanzo non sono “buoni” o “cattivi”. Ognuno ha le sue colpe ed i suoi meriti, e una brava persona non si distingue certo dall’estrazione sociale o dall’orientamento religioso e politico, né tantomeno dal colore della pelle.

help

L’autrice, Kathryn Stockett, prende ispirazione da esperienze personali per modellare i suoi personaggi: una donna di servizio di colore più vicina ed intima degli stessi genitori, una madre distante per la quale mangiare allo stesso tavolo di un nero è la più grave mancanza di decenza. Forse per questo le donne del romanzo ci sembrano tanto vicine e gli accadimenti tanto familiari.

Rating1

rating rating rating rating

Molto bello è l’omonimo film del 2012 (ovviamente da vedere dopo aver finito di leggere il libro) ,con tanto di quattro nomination all’Oscar e un premio per la migliore attrice non protagonista ad Octavia Spencer. Non da meno è il resto del cast, ovviamente tutto al femminile, tra cui Emma Stone, Jessica Chastain, Viola Davis ed Allison Janney.

-Robin

dividers

Questa settimana Robin del blog Stop Thinking, Let’s Cook ha preparato una ricetta tipica dell’Alto Adige:Buchteln, delle piccole briochine morbide che ricordano tanto le merende della nonna. Io che sono sempre affamata sbavo alla sola idea, ma son dettagli.

but

xoxo DanielaV

Filed under: Libri

by

Sono Daniela, 20 anni, adoro dare idee e trovare ispirazione nella lettura, ormai mia compagna fidata, riposo della mente e viaggio del cuore. Mi piace moltissimo cucinare: con un buon dolce o una buona pasta coi pomodorini si risolve tutto! Appassionata del fitness e della fotografia. Sono un po' tutto e un po' niente, vorrei avere qualche ora in più al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *