Libri
Leave a comment

I Libri che Vorrei “L’incolore Tazaki Tzukuru e i suoi anni di pellegrinaggio” di Haruki Murakami

Ultimissimo lavoro di Murakami, che abbandona il paesaggio onirico che caratterizza gran parte delle sue opere per dedicarsi completamente alla dimensione dell’introspezione.

Lo spunto di partenza del romanzo è un gruppo affiatato di cinque amici, che vivono un rapporto intimo ed esclusivo. Improvvisamente però qualcosa va storto ed il protagonista si ritrova isolato ed escluso dal gruppo senza alcuna giustificazione logica.
Il termine “incolore” del titolo si riferisce al significato in giapponese dei nomi dei componenti del gruppo: ognuno dei nomi contiene un colore, tutti tranne quello di Tsukuru. E’ questa una delle ragioni per cui Tsukuru si sente fuori posto, in qualche modo in difetto rispetto ai compagni.

La trama si svolge su più piani temporali paralleli, attraverso i quali vengono indagate sia le cause della rottura che le conseguenze che ha comportato nella vita dei cinque amici.

Gli ingredienti base del romanzo sono quelli più cari a Murakami: un protagonista introverso ed insicuro, le difficoltà nei rapporti interpersonali, la ricerca del proprio posto nella società e nel mondo.

Murakami è perfettamente a suo agio nell’esplorare l’animo umano, trasformando in parole sensazioni ed emozioni che altrimenti avremmo creduto inesprimibili.
La scrittura è delicata ed intrisa di simbolismi e analogie come solo quella giapponese sa essere.

Forse non ai livelli dei capolavori come 1Q84 o Kafka sulla spiaggia, ma senz’altro un libro degno di nota.

Rating1

rating rating rating rating

-Robin-

dividers

Questa recensione fa parte della rubrica settimanale “I Libri che Vorrei” realizzata con Robin del blog Stop Thinking, Let’s Cook! La ricetta affiancata a questo libro sono i Bretzels fatti in casa.
banner_d xoxo DanielaV

Filed under: Libri

by

Sono Daniela, 20 anni, adoro dare idee e trovare ispirazione nella lettura, ormai mia compagna fidata, riposo della mente e viaggio del cuore. Mi piace moltissimo cucinare: con un buon dolce o una buona pasta coi pomodorini si risolve tutto! Appassionata del fitness e della fotografia. Sono un po' tutto e un po' niente, vorrei avere qualche ora in più al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *